Castello Festival 2020

Castello Carrarese, 9 luglio – 11 settembre

Torna la rassegna estiva al Castello Carrarese con spettacoli di musica, danza e teatro!
In apertura doppio appuntamento da non perdere con l’incontro di voci tra Vittorio Matteucci e Stefania Miotto (9 luglio) e il jazz mediterraneo di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura (12 luglio).

Più di 30 appuntamenti fino a metà settembre con nomi importanti del panorama italiano e internazionale come Lella Costa, Alessandro Preziosi, Neri Marcorè, Arturo Brachetti, Paolo Rossi, Fabrizio Bosso, Ottavia Piccolo e Massimo Cacciari a cui si affiancheranno i nuovi spettacoli di Solisti Veneti, OPV, Andrea Pennacchi, Calicanto e Summertime.

 

Riapre al pubblico anche per l’estate 2020 il Castello Carrarese, uno dei più importanti beni storici, architettonici, artistici e militari di Padova. L’antico edificio sorge sull’area che un tempo ospitava il castello fatto costruire da Ezzelino III da Romano, tiranno della città dal 1237 al 1256, come perno difensivo della cinta muraria duecentesca.

Dopo il successo delle precedenti edizioni dall’8 luglio all’11 settembre la piazza d’armi del Castello tornerà ad ospitare una ricca rassegna di spettacoli promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

<< Nonostante le note difficoltà di bilancio che sta vivendo l’Amministrazione Comunale, siamo particolarmente felici di poter riaprire anche quest’estate il Castello Carrarese – afferma l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio – per ospitare una rassegna di spettacoli. Un grazie doveroso alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo il cui contributo è stato a dir poco determinante per consentirci di realizzare un festival che si configura come uno dei punti di forza della programmazione dell’Assessorato alla Cultura in un anno particolarmente emblematico e significativo in quanto proprio nel 2020 si perfezionerà il trasferimento del Castello Carrarese al Comune di Padova >>.

La direzione artistica è a cura di Maurizio Camardi mentre l’organizzazione generale sarà della Scuola di Musica Gershwin che ha attivato per questo progetto un importante network con moltissime associazione e operatori culturali del territorio come Teatro Stabile del Veneto, I Solisti Veneti, Orchestra di Padova e del Veneto, Dal Vivo Eventi, Veneto Jazz, Padova Danza, Spazio Danza, Summertime Choir, Osservatorio Astronomico di Padova, Teatro Boxer, Centro Servizi Volontariato e TEDxPadova.
Media partner della rassegna Radio Padova e Easy Network mentre il partner tecnico Family metterà a disposizione del pubblico i prodotti per la sanificazione.

<< Alla luce della situazione venutasi a creare nel mondo della cultura e dello spettacolo che ha colpito artisti, associazioni e operatori culturali – prosegue Maurizio Camardi, direttore artistico – abbiamo pensato di costruire il programma tenendo conto dell’esigenza di supportare anche le produzioni del territorio offrendo un’opportunità di lavoro per tanti artisti e associazioni dopo 3 mesi di forzata inattività.
Pertanto la programmazione proporrà sia spettacoli con artisti di livello nazionale e internazionale sia produzioni locali (in molti casi costruite appositamente per Castello Festival) rappresentate da alcune tra le più prestigiose e apprezzate realtà artistiche padovane e venete >>.

L’apertura, prevista per giovedì 9 luglio, sarà dedicata a due grandi voci padovane, una scelta voluta per promuovere la ripartenza della scena culturale del territorio dopo i mesi di lockdown. Protagonisti il cantattore Vittorio Matteucci e la cantante soprano Stefania Miotto con un quartetto di musicisti d’eccezione. Un incontro di grandi voci in prima assoluta: da un lato Vittorio Matteucci, cantattore dei più importanti musical italiani, dall’altro Stefania Miotto, cantante lirica che unisce la passione dell’Opera alla freschezza della musica dell’Italia dolce del primo ’900 ed alle bellissime melodie dei più emozionanti autori di musica da film.
Un divertente e appassionante scontro/incontro tra il canto classico e quello moderno.
Biglietto 15 euro, prevendite su Vivaticket e da Gabbia Dischi.

Il secondo appuntamento invece vedrà tornare a Padova per un evento speciale, previsto per domenica 12 luglio, l’ambasciatore del jazz italiano nel mondo, il trombettista sardo Paolo Fresu, che si esibirà in duo con il bandoneonista Daniele Di Bonaventura in un omaggio alle sonorità mediterranee. Due artisti straordinari che da anni collaborano nel progetto “Mistico Mediterraneo” insieme alle voci corse del coro A Filetta e che sul palco del Castello Carrarese proporranno un concerto di grande effetto tra jazz, musica etnica, classica ed elettronica.
Biglietti da 15 a 20 euro, prevendite su Vivaticket e da Gabbia Dischi.

La settimana successiva ben quattro appuntamenti da non perdere!
Mercoledì 15 luglio torna al Castello la grande Danza Contemporanea con lo spettacolo della Compagnia Padova Danza che proporrà estratti di alcune delle proprie produzioni coreografate da professionisti di fama nazionale e internazionale per una serata ricca di emozioni all’insegna del divertimento, del bisogno di danzare per ritrovare la libertà di esprimersi. Biglietto 10 euro.

Giovedì 16 luglio debutto assoluto della nuova produzione di Teatro Boxer, Pantakin e Osservatorio Astronomico di Padova intitolata Stéa. Le disavventure di un viaggiatore dello spaziotempo e della sua stellacon Andrea Pennacchi e Alessandra Quattrini.
Cos’hanno in comune un contadino veneto del 1600, un meccanico di trattori dei nostri giorni e un operaio della stazione intergalattica in orbita nello spazio futuro? Lo scopriremo in questa pièce teatrale dove si incontrano due mondi, quello del Cielo e della Terra, per ricordarci quanto sia necessario lo stupore del guardare il Cielo per scoprire chi siamo, dove viviamo e stemperare almeno un poco le paure insite nella nostra natura di esseri viventi e nella nostra civiltà. Biglietto 10 euro.

Venerdì 17 luglio la musica torna protagonista con due straordinari interpreti della canzone e dei musical: Chiara Luppi e Vittorio Matteucci. Due artisti con alle spalle tantissime esperienze nella musica pop che spesso li hanno visti duettare nei palcoscenici di tutta Italia. Due voci graffianti, eclettiche, potenti e dolci al tempo stesso, con un timbro caratteristico e una grande presenza scenica. Insieme a loro sul palco un ensemble d’eccezione che ha curato gli arrangiamenti di questo nuovo progetto live. Biglietto 10 euro.

Sabato 18 luglio ancora la grande danza in scena sul palco del Castello con lo spettacolo Danzare la meraviglia prodotto dallaCompagniaSpaziodanza. Un incontro tra diverse individualità fino a fondersi con il gruppo in una performance collettiva che andrà a coinvolgere anche il pubblico in una danza insieme, un inno alla vita, al corpo e alla gioia. Biglietto 10 euro.

Seguiranno altri imperdibili appuntamenti con l’OPV (21 luglio),I Solisti Veneti (22 luglio e 5 agosto), Ottavia Piccolo (23 luglio), I musici di Francesco Guccini (24 luglio), Lella Costa (27 luglio), Mario Tozzi e Enzo Favata(30 luglio), Paolo Rossi (4 agosto), Patrizia Laquidara (24 agosto), Fabrizio Bosso (27 agosto), Massimo Cacciari(30 agosto) e Arturo Brachetti (31 agosto).

Non mancherà una finestra dedicata alle produzioni più interessanti del territorio con alcuni eventi d’eccezione come la tre giorni del Padova World Music Festival dedicata quest’anno alle città gemellate con Padova (14-15-16 agosto), il concerto dei Summertime ospite ABA (2 settembre), i 40 anni di carriera dei Calicanto (3-4 settembre) e un doppio spettacolo inedito dedicato alla Padova Urbs Picta con le musiche di Maurizio Camardi e Zephyros Quartet (31 luglio-1 agosto).

Castello Festival poi ospiterà anche i tre appuntamenti della rassegna Il Suono e la Parola: il recital Totò oltre la maschera di e con Alessandro Preziosi dedicato all’indimenticato Totò (28 luglio), il nuovo reading di Massimo Carlotto intitolato Pensione Lisbona e ispirato al suo ultimo romanzo La signora del martedì (26 agosto)e il nuovo spettacolo Le mie canzoni altrui di Neri Marcorèper un omaggio tra parole e musica ad alcuni dei più grandi cantautori italiani (9 settembre).

Un programma di oltre 30 appuntamenti che terranno compagnia ai padovani nelle serate in città e offriranno anche ai turisti l’opportunità di ammirare alcuni tra i più grandi artisti italiani e internazionali nella suggestiva cornice del Castello Carrarese all’ombra della Specola.
Castello che quest’anno avrà una capienza ridotta a 400 posti a causa delle disposizioni in essere per contrastare la diffusione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e che accoglierà il pubblico offrendo tutti gli standard di sicurezza previsti per lo spettacolo dal vivo.
Sarà presente infine un punto ristoro gestito dallo staff di uno dei locali più amati dai padovani, L’Ombra della Piazza, con varie proposte enogastronomiche pensate per l’estate.

A breve verrà pubblicato il programma completo sul sito ufficiale www.castellofestival.it e sulla pagina facebook CastelloFestivalPadova. Le prevendite sono già attive nei circuiti Vivaticket, Ticketone e Geticket. Per informazioni sui prezzi dei biglietti e le modalità di ingresso rivolgersi al numero 342 1486878 o alla mail eventi@castellofestival.it

Start typing and press Enter to search